Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 29 maggio 2013

TERESA CIABATTI

 

Nata a Orbetello, ha scritto i romanzi: “Adelmo, torna da me” (Einaudi, 2002 –Stile Libero), da cui è tratto il film “L’estate del mio primo bacio” di Carlo Virzì (2006); “I giorni felici” (Mondadori, 2008), “Il mio paradiso è deserto” (Rizzoli, 2013).

Suoi racconti sono apparsi in antologie (Ragazze che dovreste conoscere – Einaudi-Stile Libero,  Città in nero – Guanda, Drugs Guanda), su Diario e Nuovi Argomenti.

Scrive anche per il cinema e per la televisione.

Le schede dei libri di Teresa Ciabatti in IBS
Twitter: @teresaciabatti
Teresa Ciabatti in Facebook.

 

1. Perché hai scelto il lavoro/mestiere che fai?
Mi piaceva inventare storie, fin da bambina. Sono stata una ragazzina bugiarda, la scrittura mi ha impedito di diventare mitomane. In parte. Credo.

2. Qual è l’aggettivo che meglio definisce la tua attività?
Ossessiva. La scrittura è ossessione che parla di ossessioni.

3. Qual è il tuo primo ricordo di una biblioteca?
Al liceo. Andavamo in biblioteca per fare le ricerche.

4. Come definiresti la biblioteca?
Il luogo delle mille possibilità.

5. Cosa ti piace di più in una biblioteca?
Il silenzio.

6. Quale è stato il primo libro che hai letto?
“Il barone rampante” di Calvino.

7. Quale libro ti ha lasciato un ricordo speciale?
“Grandi Speranze” di Dickens.

8. Quale libro consiglieresti a un giovane lettore?
“Il giovane Holden” di Salinger.

9. Leggere fa bene? E perché?
Dipende dal libro e dal momento.
A me piacerebbe che i miei libri divertissero.

10.A quale altra domanda avresti voluto rispondere?
Ti piace scrivere?
No, per me è fatica e sofferenza. Sono pigra.

 

(grazie a Giulia Civiletti per la collaborazione)

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: